Mission

L’ufficio si occupa di tutte le nuove linee di finanziamento europeo del nuovo settennio di programmazione 2014-2020 che interessano le aree culturali delle proprie collane e riviste, a partire da Horizon 2020 passando per Erasmus+, Creative Europe, Europe for Citizens, EuropeAid, Daphne, Progress e a tutti gli altri programmi che toccano l’area delle humanities e degli studi culturali e filosofici. Mimesis si offre come partner progettuale in grado di scrivere e gestire i progetti, lanciare idee, valutare credibilità, spendibilità ed efficacia delle idee progettuali che i propri autori o i loro Dipartimenti vorranno sottoporle. Alla base della nuova iniziativa una ferma convinzione: il sistema della ricerca italiana nell’area umanistica si trova oggi di fronte all’improcrastinabile esigenza di implementare una nuova concezione della ricerca finanziata, supportata da una nuova cultura della competizione fra idee progettuali, della valutazione della qualità della ricerca, della innovazione sostenibile e della disseminazione e utilizzabilità dei risultati. Affrontare le sfide della competizione europea significa infatti innanzi tutto crescere come mentalità, confrontarsi con i risultati altrui per ricercare l’innovazione, imparare a interpretare l’ostico linguaggio della burocrazia e della programmazione UE, condividere metodologie con i colleghi stranieri, importare ma anche talvolta esportare buone prassi. Significa in altre parole imparare a valorizzare i propri talenti e le proprie eccellenze e acquisire una nuova filosofia di lavoro basata sulla condivisione e sulla misurazione dell’impatto delle idee.